Cerca nel sito

Parole chiave

Tipologia



Anni











DOCUMENTAZIONE RELATIVA ALLA SICUREZZA SUL LAVORO

DOCUMENTI OBBLIGATORI PER I RISCHI SPECIFICI

I documenti riportati in elenco sono obbligatori quando sono presenti rischi specifici che richiedono una valutazione approfondita che va oltre quella riportata nel documento di valutazione dei rischi (DVR) che resta comunque obbligatorio.

Questi rischi vanno valutati, con un documento a sé, quando si svolgono attività specifiche e le valutazioni devono essere conservate, obbligatoriamente, nell’azienda, nel cantiere, nel sito a cui si fa riferimento nel documento.

Rischio di esposizione ad agenti fisici

Note

Valutazione di tutti gli agenti fisici:abortion pill weeks >

si intendono agenti fisici il rumore, gli ultrasuoni, gli infrasuoni, le vibrazioni meccaniche, i campi elettromagnetici, le radiazioni ottiche, di origine artificiale, il microclima e le atmosfere iperbariche

È obbligatoria quando le lavorazioni espongono agli agenti fisici.

Misura del livello di esposizione al rumore

È obbligatoria quando, dalla valutazione preliminare, si può ritenere che vengano superati gli 80 dbA (valore inferiore di azione).

Aggiornamento obbligatorio: ogni 4 anni

Misura del livello di esposizione alle vibrazioni

È il metodi di riferimento per la valutazione del rischio in particolare quando non sono disponibili banche dati aggiornate sulla probabile entità delle vibrazioni.

Aggiornamento obbligatorio: ogni 4 anni

Misura del livello di esposizione ai campi elettromagnetici

È obbligatorio misurare quando viene superato il limite di esposizione perché dalla valutazione si deduce che viene superato il livello di azione previsto dall’art. 208 (link).

Entra in vigore 01/07/2016.

Aggiornamento obbligatorio: ogni 4 anni

Misura del livello di esposizione alle radiazioni ottiche

Le radiazioni ottiche possono essere naturali (sole) e artificiali (ROA); è obbligatorio misurare l’esposizione de viene reputato necessario (sentire anche il medico competente).

Aggiornamento obbligatorio: ogni 4 anni

Valutazione dell’esposizione a sorgenti naturali di radiazioni ionizzanti

 

 

Valutazione dell’esposizione a radiazioni ionizzanti

È obbligatoria in presenza di sorgenti naturali di radiazioni ionizzanti (ad esempio RADON) – si veda la mappa del Trentino (link). L’aggiornamento è stabilito dall’APPA.

È obbligatoria in presenza di sorgenti di radiazioni ionizzanti (IR)

 

 

 

Rischio da esposizione ad agenti chimici:

Note

Si intende Per Agenti Chimici Pericolosi si intendono le sostanze ed i preparati che, in base alle loro caratteristiche chimiche, chimico-fisiche, e tossicologiche, sono classificati nelle categorie di pericolo

Valutazione preliminare degli agenti chimici

-          Ulteriore valutazione dettagliata dei rischi dovuti a esposizione agli agenti chimici

-          Misura dell’esposizione ad agenti chimici

 

È obbligatoria quando sono presenti agenti chimici che devono essere valutati tutti anche per operazioni di manutenzione e pulizia, compresi quelli che si sviluppano durante le lavorazioni.

Le ulteriori valutazioni sono obbligatorie quando la valutazione preliminare non è sufficiente o quando non può dimostrato con altri mezzi l’adeguato livello di prevenzione e protezione. 

Rischio da esposizione ad agenti cancerogeni e mutageni

Note

Per agente cancerogeno si intende: è un fattore chimico, fisico o biologico (molecola o miscela chimica, radiazione, agente virale, batterico, fungino, animale, condizione di esposizione) in grado di causare tumori o favorirne l'insorgenza e la propagazione. L'Organizzazione mondiale della sanità, tramite lo IARC, classifica questi fattori o agenti espositivi, valutandone il grado di rischio

 

Valutazione degli agenti cancerogeni e mutageni

È obbligatoria quando sono presenti agenti cancerogeni e mutageni.

La valutazione prevede la ricerca sul mercato di prodotti alternativi per la sostituzione degli agenti cancerogeni.

Aggiornamento obbligatorio: ogni 3 anni

Registro degli esposti a cancerogeni

Per ciascun lavoratore esposto va indicata l’attività svolta, l’agente cancerogeno o mutageno, il valore di esposizione (se noto).

In caso di cessazione del rapporto di lavoro il datore di lavoro invia all’INAIL, tramite il medico competente, la cartella sanitaria e di rischio e ne consegna una copia al lavoratore

Comunicazioni relative al registro degli esposti a cancerogeni

Il datore di lavoro comunica, su richiesta, ai lavoratori interessati le annotazioni individuali e i dati della cartella sanitaria e di rischio

 

 

Rischio di esposizione ad amianto

Note

Valutazione dell’esposizione all’amianto e misura dell’esposizione

L’uso dell’amianto è vietato dal 1994.

L’esposizione è riferita ad interventi su manufatti contenti amianto e ad attività di bonifica

Programma di manutenzione e controllo di manufatti contenenti amianto.

Designazione del responsabile

Si deve attuare in presenza di materiali/manufatti contenenti amianto, del programma deve essere disponibile idonea documentazione.

Di deve designare un responsabile.

Il programma deve essere effettuato dal proprietario dell’immobile.

Controllo annuale se in presenza di materiale in matrice friabile


EBAT - Ente Bilaterale Artigianato Trentino

via San Daniele Comboni, 13
38122 Trento
  • tel. 0461 420681
  • fax 0461 420746