Cerca nel sito

Parole chiave

Tipologia



Anni











FORMAZIONE LAVORATORI: La collaborazione con gli organismi paritetici

             Gli Organismi Paritetici e la formazione dei lavoratori

L’art. 37 al comma 12 del D.Lgs 81/2008 stabilisce che ” la formazione dei lavoratori e quella dei loro rappresentanti deve avvenire, in collaborazione con gli organismi paritetici, ove presenti nel settore e nel territorio in cui si volge l’attività del datore di lavoro, durante l’orario di lavoro e non può comportare oneri economici a carico dei lavoratori….”

Ricordiamo che nel merito è già intervenuta la circolare del Ministero del Lavoro n. 20 del 20 luglio 2011, nella quale si ricordava che :

l’Organismo Paritetico a cui fare riferimento è quello costituito dalle parti firmatarie del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro  applicato ai rapporti di lavoro all’interno dell’azienda e che la collaborazione dovrà essere richiesta, almeno quindici giorni prima dell’inizio delle attività formative , solo all’Organismo paritetico in possesso di questi requisiti.

                                             La collaborazione con gli organismi paritetici

                                         ( accordo Stato – Regioni 25 luglio 2012 e interpello n.1 /2014)

 

Organismi Paritetici

  • Sono legittimati ai sensi del D.Lgs. 81/2008 gli organismi paritetici costituiti a iniziativa di una o più associazioni dei datori di lavoro e dei prestatori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale;
  • è esclusa la rilevanza della firma per mera adesione, essendo necessario che, pertanto la firma sia il risultato finale di una partecipazione ufficiale alla contrattazione;
  • non è previsto alcun meccanismo di accreditamento, nemmeno in base a protocolli o “codici” del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;
  • l’Organismo paritetico a cui fare riferimento è quello costituito dalle parti firmatarie del CCNL applicato ai rapporti di lavoro all’interno dell’azienda ( circ. 20/2011  Ministero Lavoro )

Collaborazione con gli Organismi paritetici in materia di formazione

 

 

  • L’obbligo del datore di lavoro di richiedere  la collaborazione agli Organismi paritetici è previsto solo per la formazione dei lavoratori e il RLS, sempre che gli stessi siano presenti nella provincia  o regione in cui ha sede l’attività e operino nel settore di riferimento ( art.37 comma 12 TU81/2008)
  • Il datore di lavoro non è obbligato a effettuare la formazione necessariamente con gli organismi paritetici, ma solo a metterli a conoscenza della volontà di svolgere un’attività formativa;
  • la comunicazione deve essere inviata almeno 15 giorni prima dell’inizio dei corsi anche a mezzo di posta elettronica; in caso di silenzio, il datore di lavoro potrà procedere autonomamente alla pianificazione e alla realizzazione delle attività di formazione;
  • qualora siano presenti in ambito territoriale  e nel settore di riferimento più organismi paritetici, è sufficiente che il datore di lavoro presenti la richiesta anche a uno solo di questi;
  • nel caso di imprese plurilocalizzate, l’organismo di riferimento può essere individuato avendo riguardo alla sede legale dell’impresa;